itenfrdees

Domenica 26 Aprile 2015 ore 20.30 - Ingresso libero

Perseguendo da tempo l′idea di coinvolgere i giovani nel coltivare la Memoria storica attraverso l′impegno, la partecipazione attiva alla vita sociale e alla passione per la testimonianza dei valori, Ornella Giordano ha ideato il progetto di realizzare un Festival della Memoria con cadenza annuale riservato solisti e gruppi musicali emergenti, sensibili al tema e disponibili a partecipare.

Presenteranno tre brani del loro repertorio, mentre il quarto, liberamente rivisitato e arrangiato, sarà relativo al periodo della seconda guerra mondiale e Resistenza.

Il Museo del Carcere “Le Nuove” di Torino rappresenta uno spazio importante per il contesto storico in quanto contiene i luoghi più nascosti dove donne e uomini soffrirono per l’affermazione di un′Italia libera e democratica, dall’Unità al Terzo Millennio. 

Evoca eventi criminali famosi, storie di fascisti, l’ultima esecuzione capitale in Italia, le lotte antifasciste, la Resistenza nel famigerato braccio tedesco, la testimonianza dei valori universali nelle celle dei condannati a morte ed anche il terrorismo degli anni di piombo con la barbara uccisione di quattro agenti fuori le mura.
Patrimonio storico e civile dell′umanità che non va dimenticato.

In occasione della Festa della Liberazione, il Museo del Carcere Le Nuove organizzerà visite straordinarie al Museo alle ore:
- 9.00
- 10.00
- 11.00
- 15.00
- 16.00
- 17.00
- 18.00

Visite straordinarie al Ricovero Antiaereo (prenotazione obbligatoria):
- 15.30
- 17.15

Il 25 Marzo alle ore 20.30, si terrà la Via Crucis lungo il percorso storico museale del carcere "Le Nuove" di Torino, ricordando quella vissuta dal Padre Giuseppe Girotti, imprigionato alle Nuove dal 29 Agosto al 21 Settembre 1944, prima di essere deportato nel campo di sterminio di Dachau, in cui morì l′1-4-1945.

Lo scopo è ricordare il silenzio della cella, l′amore per il prossimo che nasce da Dio e il senso salvifico delle sofferenze umane se rapportate alla croce di Cristo.

26 Gennaio 2015 , ore 20,30 Braccio Femminile (ingresso € 5).
Compagnia Teatrale “Lontani dal centro”:
Spettacolo “Il flebile filo della memoria”
Testimonianze di sopravvissuti originari di molteplici nazioni europee, ognuno dei quali assume valori universali.

29 Gennaio 2015 , ore 18,30 (ingresso gratuito)
Liceo “D. Berti” Classe IV Sez. C:
Spettacolo “Inciampando nella memoria: Stolperstein a Torino” 
Dal 70° Anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz alla memoria del singolo: Enzo LOLLI.

Martedì 27 Gennaio alle ore 10.00, in occasione delle ricorrenze per la Giornata della Memoria, si terrà la "Fiaccolata da Porta Nuova a Le Nuove - Fiaccolata della dignità", la consueta marcia per ricordare coloro che persero la vita nei campi di sterminio.

Ritrovo ore 9.30 al binario 17 della stazione di Porta Nuova.

26 Gennaio 2015 , ore 20,30 Braccio Femminile (ingresso € 5).
Compagnia Teatrale “Lontani dal centro”:
Spettacolo “Il flebile filo della memoria”
Testimonianze di sopravvissuti originari di molteplici nazioni europee, ognuno dei quali assume valori universali.

24 Gennaio 2015 , ore 20,30 - Braccio Femminile (ingresso gratuito)
La prima rappresentazione è avvenuta a Cuneo, 
il 21 novembre, presso l′Associazione Culturale Altrospazio, evento programmato nell′ambito delle iniziative organizzate per il 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.
La replica si è svolta a Demonte il 17 dicembre, nel Salone Comunale.
Entrambi gli spettacoli si sono svolti alla presenza di un pubblico numerosissimo, che ha dimostrato profonda sensibilità verso i contenuti, partecipando con interesse e attenzione alla condivisione di emozioni e sentimenti.
Il 24 gennaio alle ore 20.30, tra le iniziative per il Giorno della Memoria, lo spettacolo verrà presentato al Museo del Carcere “Le Nuove” di Torino, Braccio Femminile.
Il testo teatrale è la rappresentazione della continuità storica della violenza sulle donne a partire dalla seconda guerra mondiale fino all′attuale quotidianità. 
Il tema della Resistenza femminile di ieri e di oggi viene proposto in un contesto nel quale la recitazione si accompagna alla musica, alle canzoni, alle immagini, creando un′armonia tra i vari linguaggi artistici e coinvolgendo il pubblico in una pluralità di sensazioni. 
L′assenza di retorica e la sola presenza dei contenuti, rende fluido lo scorrere dello spettacolo che, pur proponendo temi di forte impatto emotivo, si realizza attraverso la leggerezza e il variegato intersecarsi delle espressioni verbali, muscali e visive.

FILO SPINATO E SCARPE ROSSE di Ornella Giordano e Nicole Ninotto
AUTRICE DELLE POESIE: Ornella Giordano.
RICERCA E SELEZIONE DI BRANI STORICI PER LE LETTURE: Ornella Giordano, Nicole Ninotto.
MUSICHE E VIDEO: Angelo Marasco, Cristina Bocca.
VOCI: Coro “Le Dissonantie”, Nicole Ninotto.
PIANOFORTE: Angelo Marasco, Cristina Bocca.
FLAUTO: Nicole Ninotto.
REGIA: Nicole Ninotto, Ornella Giordano.
AIUTO REGIA: Angelo Marasco, Cristina Bocca

Pagina 8 di 17
Vai all'inizio della pagina